headernews

Visualizza articoli per tag: intermodalita

La trasformazione del territorio e dei porti abruzzesi
per le nuove strategie distributive.
Webinar con esperti a confronto. Venerdì 26 marzo 2021 ore 16.00

Milano, 17 marzo 2021 - CSCMP,  Council of Supply Chain Management Professionals, ASPO, Azienda Speciale per i porti di Ortona e di Vasto della Camera di Commercio Chieti Pescara, ARAP, Azienda Regionale delle Attività Produttive Regione Abruzzo e Polo Inoltra, Innovazione Logistica & Trasporti, organizzano un webinar che avrà luogo venerdì 26 marzo alle ore 16:00 a tema “La trasformazione del territorio e dei porti abruzzesi per le nuove strategie distributive”.

Il webinar ha l’obiettivo di iniziare a mettere sul tavolo le potenzialità del Porto di Vasto e dell’Area Vastese come nodo intermodale per l’economia abruzzese, potenzialità emerse a seguito di uno studio che ASPO sta realizzando in collaborazione con l’azienda Elevante di Trieste.

La conferenza, moderata da Nino Germano, vicedirettore RAI 3 Abruzzo, aprirà con i saluti di Igino Colella, presidente CSCMP Italy Roundtable, Gennaro Strever, presidente CCIAA Chieti Pescara, Mario Miccoli, presidente ASPO, Gianni Cordisco, membro CdA ARAP, Alfonso Di Fonzo, presidente Polo Inoltra.

All’evento, ospitato sulla piattaforma webinar dedicata cscmp.virtualfair.skrigno.it, interverranno: Luca Brandellero, Direttore Logistica Gruppo Bialetti, Gennaro Ciccarelli, Senior Researcher Elevante, Igino Colella, presidente CSCMP Italy Roundtable, Luciana Ferrone, vicepresidente ITS Mobilità Sostenibile Ortona, Michele Savani, manager Divisione Logistica Gi Group, e Fabio Travaglini, vicepresidente ASPO.

I relatori analizzeranno i diversi aspetti della trasformazione territoriale in atto, necessaria per adattarsi ai fondamentali cambiamenti nella strategia distributiva delle imprese. Al variare delle abitudini di consumo si adatta il sistema logistico, con risposte sempre più rapide e multicanale, e di conseguenza il territorio deve essere in grado di dare risposte adeguate alle nuove richieste di spazio, infrastrutture e competenze professionali. Adeguare l’esistente, migliorare i processi, la circolazione dell’informazione e la formazione del capitale umano sono passi importanti per farsi trovare pronti a sfide importanti e che possono portare, se dovutamente governate, sviluppo e valore aggiunto. Assieme alle infrastrutture interessate da questi processi ci sono anche i porti regionali, infrastrutture importanti che però devono trovare la loro collocazione strategica nella selva modale che caratterizza i sistemi distributivi e logistici contemporanei.

Durante il webinar sarà presentata ASPO, ente strumentale della CCIAA Chieti Pescara con lo scopo di promuovere, favorire e stimolare lo sviluppo delle attività marittimo-portuali degli scali di Ortona e di Vasto attraverso, tra l’altro, la realizzazione e la gestione di infrastrutture di logistica integrata nella Regione Abruzzo di supporto alle attività portuali e industriali del territorio, anche al fine della movimentazione di merci e passeggeri con idonee strutture e mezzi. ASPO è fortemente attiva sulla tematica delle infrastrutture, attraverso iniziative di formazione, gestione, studio, informazione e promozione di enti pubblici e privati, sia nazionali sia internazionali, interessati all’ulteriore sviluppo delle realtà marittime locali.

Nel corso del 2021, ASPO realizzerà due importanti studi: il primo è relativo all’approfondimento sulle potenzialità del Porto di Vasto e dell’area Vastese come nodo intermodale per l’economia abruzzese, che sarà presentato nella sua completezza nel mese di luglio 2021. Il secondo punta a contribuire fattivamente al dibattito inerente allo sviluppo del tema “Piccoli Porti” e in particolare di come gli stessi si inseriscono, o dovrebbero inserirsi, nella più ampia strategia economica della portualità e della trasportistica internazionale, con un focus su piccoli porti, marine e approdi dell’Adriatico e dello Ionio e, più in generale, del Mediterraneo.

Inoltre, ARAP presenterà FRAMESPORT (FRAMEwork initiative fostering the Sustainable development of Adriatic small PORTs), progetto finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Italia – Croazia, di cui ARAP è partner attivo. FRAMESPORT mira a incentivare la crescita globale e sostenibile delle portualità minori del Mare Adriatico attraverso una strategia a lungo termine, potenziando il loro ruolo socioeconomico per lo sviluppo delle aree costiere.

Al termine degli interventi seguirà una sessione di domande e risposte per permettere agli utenti di partecipare attivamente alla tavola rotonda.

L’accesso alla conferenza sarà possibile previa registrazione a questo link:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-la-trasformazione-del-territorio-e-dei-porti-abruzzesi-nuova-logistica-146471232399, oppure inviando nominativo e indirizzo e-mail all’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Per ulteriori informazioni:
Ufficio stampa Italy RoundTable CSCMP (Council of Supply Chain Management Professionals),
c/o Studio Giorgio Vizioli & Associati Milano
Giorgio Vizioli (3355226110) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Rosella Trombetta (3317044898) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in News

Contributi, presentazioni e tavole rotonde con rappresentanti di strutture, istituzioni, imprese e centri formativi dei paesi aderenti al programma ADRION.

Venezia, 14 dicembre 2020 - Opportunità, problematiche, prospettive e margini di miglioramento delle reti di trasporto intermodale tra i paesi che gravitano sul bacino Adriatico e Ionico sono stati al centro della Conferenza “Le prossime sfide del trasporto intermodale nella euroregione adriatico-ionica”, che ha avuto luogo martedì 1° dicembre con oltre 250 persone in collegamento streaming. L’incontro ha costituito il punto d’arrivo del progetto "multiAPPRO", nell’ambito del programma Interreg “ADRION”. Ai lavori hanno partecipato professionisti, operatori, amministratori ed esperti dei paesi coinvolti nell’iniziativa: Italia, Slovenia, Croazia, Albania, Montenegro e Grecia, che hanno contribuito, ciascuno secondo le proprie competenze ad illustrare e approfondire l’oggetto dei lavori.

Lo stato dell’arte del trasporto intermodale è stato quindi analizzato in funzione di numerose variabili, quali tempistica, caratteristiche merceologiche, quantità e origine dei prodotti trasportati. Sono stati passati in rassegna tutti gli aspetti attraverso i quali si declina questa problematica: si è partiti analizzando lo scenario sotto il profilo delle modalità di trasporto attualmente adottate, delle infrastrutture esistenti e dei flussi di merci, coinvolgendo operatori ferroviari, spedizionieri, trasportatori, operatori logistici e destinatari.

Sono stati poi esaminati i fattori chiave per selezionare il modo di trasporto (tempo, affidabilità, costi, capacità, flessibilità, frequenza e sostenibilità) e sono stati individuati i cosiddetti colli di bottiglia, ossia gli elementi che ostacolano un sistema di trasporto più efficiente: le competenze degli addetti, lo scarso spirito di cooperazione, la congestione del traffico, la carente organizzazione dei magazzini e le istanze ambientali. Partendo da queste basi, si sono individuate le proposte per creare una rete integrata ed efficiente di trasporti intermodali. In particolare, è stato posto l’accento sulle possibilità offerte dalla digitalizzazione.

Attenzione particolare è stata dedicata inoltre alla formazione, sottolineando l’esigenza di una formazione multidisciplinare, che consenta di operare e di interfacciarsi con realtà anche molto diverse tra loro. Di notevole interesse, quindi, la Tavola Rotonda sul tema “Istruzione e formazione professionale alla prova dei nuovi scenari della logistica”, a cui ha partecipato il CFLI (Consorzio Formazione Logistica Intermodale) e l’ITS Marco Polo di Venezia, che ha avuto la possibilità di illustrare la propria offerta formativa, specificamente articolata in funzione delle figure professionali alle quali è rivolta.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti è possibile consultare i siti web: https://multiappro.adrioninterreg.eu/, https://www.cfli.it/newsite/ e www.itsmarcopolo.it

Pubblicato in News