headernews

Visualizza articoli per tag: sostenibilita

SUPPLY CHAIN EDGE ITALY 2020: IL PRINCIPALE EVENTO
DELL’ANNO PER IL SUPPLY CHAIN MANAGEMENT
Affrontati tutti i temi di maggiore attualità, con il contributo di esperti, professionisti
e keynote speaker internazionali. Le registrazioni disponibili sul web fino al 12 dicembre 

Milano, 18 novembre 2020 – Con oltre 80 tra interventi, presentazioni e tavole rotonde tematiche, ha avuto luogo la sesta edizione di “Supply Chain Edge Italy”, Convegno organizzato da CSCMP Italy Roundtable i cui lavori, in virtuale, sono disponibili sulla piattaforma dal 5 novembre, mentre le registrazioni saranno accessibili fino al 12 dicembre, per tutti i partecipanti al Convegno e i membri del CSCMP.

“Grazie all’impegno e alla passione dei nostri associati e alla professionalità dei relatori, ha commentato Igino Colella, presidente CSCMP Italy Roundtable, Supply Chain Edge Italy è divenuto l’appuntamento di riferimento per tutti i professionisti della Logistica; anche quest’anno, abbiamo realizzato un evento superlativo per quanto riguarda i contenuti: i lavori si sono articolati in numerose aree tematiche - Supply Chain Management, Blockchain, Trasporti & Consegne, Magazzini, Security & Safety, Supply Chain Finance, Pianificazione, S&OP, Acquisti, Sostenibilità, Risorse Umane - permettendo di delineare uno scenario completo del nostro settore, sia in termini generali, sia di fronte alla situazione attuale”.

“Gli interventi di importanti keynote speaker internazionali, ha aggiunto Giuseppe Boschi, presidente onorario CSCMP Italy Roundtable, hanno conferito ulteriore valore alla Conferenza, offrendo spunti, stimoli e originali chiavi di lettura, indispensabili per operare con efficienza nel presente e per anticipare con tempestività le tendenze del futuro”.
Nell’occasione sono stati anche consegnati i Premi “CSCMP Italy 2020” a Pietro Gorlier, Chief Operating Officer EMEA Region FCA (“Supply Chain Hall of Fame”), Sara Fiorella, Head of Logistics Vodafone Italia (“Distinguished Service Award”), e Matteo Suman, Sales Operations Senior Manager Safilo (“Emerging Leader Award”).


“I quasi 600 partecipanti hanno decretato il successo di Supply Chain Edge Italy 2020, ha concluso Igino Colella, e la conferenza è stata quasi una prova generale per la prossima European Conference della nostra associazione, che si terrà per la prima volta in Italia, a Milano e in virtuale, il 10 e 11 giugno 2021”.

L’evento è stato organizzato con il patrocinio di Assologistica e GS1, il sostegno dei partner - Kuehne+Nagel, TESISQUARE, ToolsGroup - e il supporto degli sponsor: Accudire, Modula, Vigilanza Group, Nacora, Consulenza e Risorse.

Pubblicato in News

VINICOLA SAN PROSPERO PRESENTA I PROPRI VINI BIOLOGICI NELLA INNOVATIVA E SOSTENIBILE CONFEZIONE “BAG IN BOX”
Tutela della qualità del prodotto, dei costi e rispetto per l’ambiente,  in un packaging destinato al consumo domestico e al servizio horeca.

 

Milano, 22 ottobre 2020 -- Montepulciano d’Abruzzo doc, Passerina Igt Marche e Primitivo Igt Puglia, vini biologici e di alta qualità, sono stati presentati da Vinicola San Prospero nell’innovativa versione “bag-in-box” da tre litri. Prodotti di assoluta eccellenza, ideali per il consumo domestico e per il servizio nel settore horeca.

“La scelta del bag in box, spiega Vincenzo Vernocchi, responsabile del progetto, è una sfida importante, che fa leva su tre fattori competitivi: innanzitutto, il costo del packaging, che influisce in misura molto contenuta sul prezzo del prodotto, consentendo di avere un eccezionale rapporto qualità-prezzo; in secondo luogo, la sostenibilità ambientale, in quanto il bag in box è totalmente e agevolmente riciclabile; infine, la conservazione del vino: nel contenitore è presente infatti azoto, gas inerte che impedisce l’ossidazione del vino, che si conserva anche da aperto per un lungo periodo. A tutto questo si aggiungano facilità e sicurezza di trasporto: il bag in box è leggero e non si rompe”.

“La nostra filosofia, aggiunge Gianluca Martelli titolare di Vinicola San Prospero (fondata nel 1965 con sede a Imola e che esporta in 22 paesi), è sempre stata improntata al rispetto della natura e alla tutela dell’ambiente in tutte le fasi dell’attività: dalla coltivazione delle viti fino alle diverse fasi della produzione del vino. Sostenibilità, garanzia di qualità, cura dei dettagli sono i punti fermi in base ai quali operiamo da sempre”.

Pubblicato in News