headernews

Visualizza articoli per tag: innovazione

Martedì, 12 Gennaio 2021 15:59

Olympus Italia aderisce ad Assochange per il 2021

Vittorio Martinelli, amministratore delegato Olympus Italia: “Contribuiremo attivamente alle iniziative dell’associazione”.
Moira Masper, presidente Assochange: “Porterà utili confronti e creerà valore”.

Milano, 11 gennaio 2021 – Olympus, uno dei principali player internazionali nel settore delle apparecchiature ottiche e medicali, ha aderito ad Assochange per il 2021. Fondata nel 1919, Olympus ha più di 35 mila dipendenti in tutto mondo e un fatturato globale pari a oltre cinque miliardi di euro.

“Ci fa molto piacere, commenta Moira Masper, presidente Assochange, avere Olympus tra i nuovi associati, perché è un’azienda che si sta evolvendo, che esiste da più di cento anni e che ha ottenuto nel tempo diversi riconoscimenti, tra i quali quello più recente e significativo di essere stata inserita tra le 100 aziende più innovatrici al mondo”.

“Abbiamo deciso di aderire come azienda ad Assochange, spiega Vittorio Martinelli, amministratore delegato Olympus Italia, per avere accesso a tutti i servizi e le connessioni legate a questa associazione. Allo stesso tempo, ci farà piacere potere contribuire attivamente a moltissime delle loro splendide iniziative. Mai come in questo ultimo anno, tantissimi dei temi da sempre presenti in Assochange sono diventati l’ago della bilancia per poter gestire molti dei cambiamenti ormai alla base della vita aziendale di tutti i giorni”.

“Tra i suoi obiettivi principali, aggiunge Moira Masper, Olympus si pone quello di aiutare le persone a sentirsi più tranquille e al sicuro. Penso sia un progetto più che mai importante in questo momento storico della nostra società e certamente l’ingresso in Assochange porterà utili confronti e creerà valore”

Costituita nel 2003, Assochange è un’associazione di imprese, enti, istituzioni, professionisti e Università, che si propone di essere luogo di incontro, confronto e diffusione di conoscenza sul Change Management per aiutare le organizzazioni a raggiungere i loro obiettivi di cambiamento.Vittorio Martinelli, amministratore delegato Olympus Italia:
“Contribuiremo attivamente alle iniziative dell’associazione”.
Moira Masper, presidente Assochange: “Porterà utili confronti e creerà valore”.

Milano, 12 gennaio 2021 – Olympus, uno dei principali player internazionali nel settore delle apparecchiature ottiche e medicali, ha aderito ad Assochange per il 2021. Fondata nel 1919, Olympus ha più di 35 mila dipendenti in tutto mondo e un fatturato globale pari a oltre cinque miliardi di euro.

“Ci fa molto piacere, commenta Moira Masper, presidente Assochange, avere Olympus tra i nuovi associati, perché è un’azienda che si sta evolvendo, che esiste da più di cento anni e che ha ottenuto nel tempo diversi riconoscimenti, tra i quali quello più recente e significativo di essere stata inserita tra le 100 aziende più innovatrici al mondo”.

“Abbiamo deciso di aderire come azienda ad Assochange, spiega Vittorio Martinelli, amministratore delegato Olympus Italia, per avere accesso a tutti i servizi e le connessioni legate a questa associazione. Allo stesso tempo, ci farà piacere potere contribuire attivamente a moltissime delle loro splendide iniziative. Mai come in questo ultimo anno, tantissimi dei temi da sempre presenti in Assochange sono diventati l’ago della bilancia per poter gestire molti dei cambiamenti ormai alla base della vita aziendale di tutti i giorni”.

“Tra i suoi obiettivi principali, aggiunge Moira Masper, Olympus si pone quello di aiutare le persone a sentirsi più tranquille e al sicuro. Penso sia un progetto più che mai importante in questo momento storico della nostra società e certamente l’ingresso in Assochange porterà utili confronti e creerà valore”.

Costituita nel 2003, Assochange è un’associazione di imprese, enti, istituzioni, professionisti e Università, che si propone di essere luogo di incontro, confronto e diffusione di conoscenza sul Change management per aiutare le organizzazioni a raggiungere i loro obiettivi di cambiamento. www.assochange.it

 

Pubblicato in News

VINICOLA SAN PROSPERO PRESENTA I PROPRI VINI BIOLOGICI NELLA INNOVATIVA E SOSTENIBILE CONFEZIONE “BAG IN BOX”
Tutela della qualità del prodotto, dei costi e rispetto per l’ambiente,  in un packaging destinato al consumo domestico e al servizio horeca.

 

Milano, 22 ottobre 2020 -- Montepulciano d’Abruzzo doc, Passerina Igt Marche e Primitivo Igt Puglia, vini biologici e di alta qualità, sono stati presentati da Vinicola San Prospero nell’innovativa versione “bag-in-box” da tre litri. Prodotti di assoluta eccellenza, ideali per il consumo domestico e per il servizio nel settore horeca.

“La scelta del bag in box, spiega Vincenzo Vernocchi, responsabile del progetto, è una sfida importante, che fa leva su tre fattori competitivi: innanzitutto, il costo del packaging, che influisce in misura molto contenuta sul prezzo del prodotto, consentendo di avere un eccezionale rapporto qualità-prezzo; in secondo luogo, la sostenibilità ambientale, in quanto il bag in box è totalmente e agevolmente riciclabile; infine, la conservazione del vino: nel contenitore è presente infatti azoto, gas inerte che impedisce l’ossidazione del vino, che si conserva anche da aperto per un lungo periodo. A tutto questo si aggiungano facilità e sicurezza di trasporto: il bag in box è leggero e non si rompe”.

“La nostra filosofia, aggiunge Gianluca Martelli titolare di Vinicola San Prospero (fondata nel 1965 con sede a Imola e che esporta in 22 paesi), è sempre stata improntata al rispetto della natura e alla tutela dell’ambiente in tutte le fasi dell’attività: dalla coltivazione delle viti fino alle diverse fasi della produzione del vino. Sostenibilità, garanzia di qualità, cura dei dettagli sono i punti fermi in base ai quali operiamo da sempre”.

Pubblicato in News